Benvenuti, oggi è venerdì 19 ottobre 2018 - ore: 17.05
ISIS Galileo GalileiISIS GALILEO GALILEI - Istituto di Istruzione Superiore G. Galilei
LE NOSTRE GIOVANI ECCELLENZE SI FANNO SPAZIO ANCHE IN EUROPA

Da Giampereta a Bruxelles

“Mi chiamo Domenico Fiorini, ho 24 anni e sono un fiero abitante di Giampereta, piccolissima frazione del comune di Chiusi della Verna”. Comincia così il racconto di uno dei nostri giovani, recentemente investito di un ruolo internazionale importante. Un racconto che merita di seguire tutto d’un fiato: “ A Chiusi della Verna – continua Domenico - ho frequentato la scuola primaria (con solo due compagni) e secondaria di primo grado”. Poi le superiori al liceo scientifico di Poppi. “Ogni mattina per 5 anni ho preso l’autobus che parte da Rimbocchi: un’ora e mezza la mattina e due ore il pomeriggio, per viaggio di ritorno. Nonostante questo non mi è mai passato per la testa di lasciare i miei luoghi per avvicinarmi alla scuola”. È però dopo il diploma che arriva, anche per lui, come per molti altri studenti casentinesi, il momento del distacco: “Una  volta  diplomato sono stato costretto a trasferirmi a Firenze, insieme alla mia ragazza, per frequentare la facoltà di ingegneria meccanica, tornando comunque nei fine settimana per aiutare i miei genitori nel ristorante di famiglia. Proprio alla facoltà di ingegneria meccanica ho conosciuto il professor Giampaolo Manfrida, con il quale ho fatto il mio primo tirocinio extracurriculare nel suo laboratorio, e che è stato mio mentore per gli anni successivi. Mi sono laureato al corso triennale di ingegneria meccanica dopo i tre anni previsti, con una tesi riguardante la modellizzazione dei fenomeni aerodinamici che si manifestano in turbine eoliche di tipo Darrieus, per redigere e perfezionare codici di progettazione”.  Dopo la laurea cosiddetta “breve”, ecco il corso di specializzazione in ingegneria energetica, che approfondisce il bagaglio di conoscenze di ingegneri meccanici junior con competenze riguardanti studi aerodinamici, termici e impiantistici con un occhio di riguardo per le energie rinnovabili e la propulsione. Un settore sul quale l’umanità deve puntare se vuole provare ad immaginarsi un futuro su questo pianeta. “L’idea originaria era quella di divenire un esperto di tecnologie innovative e a zero impatto ambientale per poi portare queste conoscenze nella mia vallata e rinnovarla, senza cambiarne gli aspetti che amo. A metà del corso sono venuto a conoscenza, mediante il mio professore di riferimento, di un istituto di fama internazionale nel campo di studi aerodinamici e aerospaziali, dove sarebbe stato possibile svolgere attività di stage finalizzata anche alla redazione della tesi magistrale. Il “Von  Karman Institute for Fluid Dynamics” (VKI) si trova in Belgio, a pochi chilometri da Bruxelles, in un piccolo villaggio, Rhode-Saint-Genèse, molto simile a Chiusi della Verna. È una organizzazione internazionale no-profit, orientata all’educazione e alla ricerca scientifica”.  L’istituto è ben noto nel settore in quanto possiede attrezzature uniche al mondo e ha contratti con importanti industrie come Airbus, General Electric, Rolls-Royce e agenzie governative come ESA, DLR, NASA, ONERA e altre ancora. “Ho fatto quindi domanda – racconta ancora Domenico - per un periodo di stage di sei mesi presso l’istituto. C’è stata una selezione, io sono stato accettato e dunque sono partito per il Belgio. Al VKI mi è stato assegnato un progetto in collaborazione con un dottorando dell’istituto stesso, con il quale mi sono occupato di sviluppare una nuova tecnica laser per il dimensionamento di particelle in aria. Durante il periodo ho avuto modo di conoscere molte persone provenienti da varie parti d’Italia e del mondo, le quali sono rimaste molto affascinate dalle descrizioni e dalle storie che ho raccontato della mia Regione. Il progetto è andato molto bene e una volta finito sono stato caldamente invitato ad applicare per il master post laurea specialistica che fa parte dei progetti educativi dell’istituto”. Il Master consiste in un periodo di un anno, durante il quale si è stipendiati dall’istituto stesso con fondi provenienti da vari paesi aderenti alla NATO, tra cui l’Italia.  I partecipanti vengono da varie parti del mondo e devono attraversare una procedura di selezione in quanto il numero massimo ammesso è di una trentina di persone per ciclo. Durante l’anno i ricercatori devono portare avanti un progetto, da concludere nel periodo, oltre a una serie di esperienze altamente specializzanti nel campo della fluidodinamica/aerodinamica. A quel punto, la laurea è un passaggio quasi formale. “Tornato in Italia, mi sono laureato a Firenze in ingegneria energetica i primi di ottobre 2017 con il massimo dei voti e lode, il primo e il più giovane del mio corso. Il giorno dopo ero già in Belgio per cominciare il master di ricerca al quale ero stato approvato. Il mio progetto fa parte di un contratto dell’istituto con l’agenzia spaziale europea (ESA) e Airbus. L’obiettivo è lo studio di una particolare tecnica di raffreddamento attuata nei motori di razzi per la messa in orbita di satelliti. Lo studio e gli esperimenti saranno effettuati per mezzo di tecniche laser”. Ma dopo tutto questo curriculum di studi, Domenico si sente pronto per essere uno dei tanti “cervelli in fuga” dall’Italia?  “Attualmente prevedo che passerò i prossimi anni in Belgio insieme alla mia ragazza, con la quale ho condiviso gioie e dolori del mio percorso e che ha appena cominciato un dottorato in chimica, incentrato sui materiali biodegradabili, nella città belga di Mons. Nonostante questa parentesi, un po’ lunga, in me resta il progetto di tornare nei dintorni di Giampereta, in un futuro non troppo lontano. Sperando di ritrovare il paese che ho lasciato”.



UN PO' DI STORIA
 L'ISIS "Galileo Galilei", dall’anno scolastico 2013/2014, è costituito dall'unione fra i licei Scientifico e delle Scienze Umane con l'istituto tecnico per ragionieri "Einaudi" le due sedi storicamente dedicate sono in via colle ascensione per i ragionieri e nell'antico monastero di San Fedele in piazza Francesco Bonilli per i licei. L'origine delle due scuole è stata separata. Nel 1958 iniziano i corsi di ragioneria come sede staccata dell'istituto "Buonarroti" di Arezzo e nel 1972 l'Einaudi diviene autonomo, fino al dimensionamento del 1999 quando per la prima volta è associato al Liceo "Galileo Galilei". Anche il Liceo Scientifico nasce nel 1970 come sede staccata del "Redi" di Arezzo e pochi anni dopo diviene autonomo. Nel 2010 viene istituito il Liceo delle scienze Umana come sezione annessa allo scientifico. ...Continua
CONTATTI
ISIS "GALILEO GALILEI"
Piazza F. Bonilli, 1 - Poppi (Arezzo)
TEL. 0575-520268 0575-520269
FAX 0575-527856
ARTEL - Arezzo telematica Spa
NOTE LEGALI | PRIVACY | CONTATTI